Un dettato

Oggi abbiamo fatto un dettato. Abbiamo scritto e poi formattato questa bella poesia di Gianni Rodari.

Speranza

Se io avessi una botteguccia
fatta di una sola stanza
vorrei mettermi a vendere
sai cosa? La speranza.

 “Speranza a buon mercato!”
Per un soldo ne darei
ad un solo cliente
quanto basta per sei. 

E alla povera gente
che non ha da campare
darei tutta la mia speranza
senza farla pagare.

Grafici in Excel

Oggi abbiamo imparato a creare grafici che ci aiutino a capire i dati inseriti in Excel.

Abbiamo inserito nel foglio di calcolo quanti compagni sono nati in ciascun mese dell’anno.

Dopo abbiamo selezionato i dati, come si vede in questa immagine. Attenzione: è importante selezionare anche le ETICHETTE DI COLONNA, che in questo caso sono nelle celle A1 e B1.

selezione dati.png

Si passa ora a cliccare sul menù Inserisci (ovale rosso) e si sceglie, tra le varie possibilità (ovale arancione) il grafico adatto ai dati che vogliamo mostrare.

inserisci - grafico.png

In questo caso abbiamo scelto il grafico a torta. Appare questo menù:

esempio menù grafico.png

A questo punto è sufficiente cliccare su uno dei grafici possibili ed ecco qui sotto il risultato:

grafico.png

Ma facciamo attenzione: non dobbiamo scegliere i grafici più strani o più divertenti! Dobbiamo scegliere i grafici più adatti per FAR CAPIRE i dati.

Inserisci tabella

Avete mai giocato a “nomi, cose, città”?

Noi abbiamo provato a costruire una tabella per questo gioco.

Prima di iniziare a lavorare con il computer, abbiamo pensato quante colonne potessero servire.
Una colonna per ognuno di questi punti:

  • la lettera assegnata a ogni turno
  • nomi di persona
  • animali
  • cose
  • città
  • punteggio

Dunque sarebbe stato necessario fare 6 colonne. Per quanto riguarda le righe, abbiamo pensato di farne 10, immaginando in una partita si possano cercare parole di 10 lettere diverse.

Ecco quindi come abbiamo fatto:
abbiamo cliccato su Inserisci

inserisci.png

 

abbiamo cliccato suTabella

tabella.png

 

poi su Inserisci tabella 

inserisci tabella.png

 

A questo punto abbiamo inserito negli spazi segnati dalle frecce i valori che avevamo deciso: 6 colonne e 10 righe.
Ovviamente abbiamo poi cliccato su OK.

fijnestra inserisci tabella.png

 

E’ apparsa finalmente la tabella…

tabella vuota.png

 

…che abbiamo poi compilato.

tabella pronta.png

Il pennello e le dimensioni

Dopo aver usato la matita e il barattolo, è arrivato il momento di scoprire i pennelli.

Ho disegnato una grande freccia rossa per farvi vedere dove cliccare.

Potete scegliere tra 9 pennelli diversi: per fare degli esempi ce n’è uno che sembra un acquerello, uno che sembra una matita, un pastello a cera, una bomboletta spray. Provateli tutti!

pennell.png

 

In più i pennelli possono avere dimensioni diverse, cioè possono essere più grandi o più piccoli.

Per cambiare la dimensione guardate la figura qui sotto.

dimensioni.png

Formule predefinite

Immaginiamo di dover fare una somma, come quella in B18. Invece che scrivere a mano =SOMMA(B2:B16) possiamo usare le formule predefinite.

Per prima cosa comunque clicchiamo sulla cella in cui dovrà comparire il risultato (B18 appunto).

1selezionare cella.png

A questo punto clicchiamo sul menù Formule come si vede nella figura

2menù formule.png

Poi clicchiamo su Somma automatica e poi su Somma. Se volessimo invece calcolare i dati per le celle da B19 a B22, selezioneremmo Media o Contanumeri ecc…

3somma.png

Excel cercherà di intuire quali sono i dati da sommare e li selezionerà in un rettangolo tratteggiato

4rettangolo tratteggiato.png

Attenzione! Perché Excel può sbagliare! Infatti ha selezionato anche B17.

Bisognerà dunque andare sui quadratini blu e spostare la selezione (si clicca e si muove il mouse tenendo cliccato). Ecco qui sotto come devono essere selezionate le celle:

5 rettangolo definitivo.png

A questo punto basta premere il tasto Invio sulla tastiera e comparirà il risultato:

6invio e risultato.png

Inviare il lavoro via mail

Purtroppo non è possibile pubblicare un post sull’invio delle email che chiarisca ogni dubbio, perché i servizi di posta e i programmi che eventualmente usiamo sono diversi.
Mi limito dunque a inserire qui sotto un’immagine che dia un’idea di come fare. 

In ogni caso vi invito a non scrivere nel corpo della mail il lavoro fatto in classe, ma a preparare un file con Word che poi allegherete alla mail.

invio file via mail.png